Massi-Avelli e Piazzaga

Questa semplice passeggiata si sviluppa per una antica mulattiera che parte da Torno, un piccolo paesino sulla sponda del Lago di Como che congiunge Como a Bellagio. La piacevole e panoramica gita offre un interessante spunto per una visita archeologica consentendo di visitare i famosi massi-avello, antiche pietre tombali destinate alla sepoltura di persone di prestigio e risalenti ai Goti o ai Bizantini o forse ai Franchi e ai Longobardi (la totale assenza di addobbi nelle tombe impedisce la datazione dei reperti).
Dalla piazza Caronti di Torno si sale per Via Tridi e a seguire per Via al Pozzo seguendo la segnaletica che riporta “Via Regia” e tenendo la sinistra (il sentiero di destra porta invece alla famosa pietra pendula con possibilità di ricongiungersi successivamente a questo itinerario). La mulattiera è facile e a gradoni dando spazio, fuori dal paese, ad ampie panoramiche sul Lago di Como. Dopo le abitazioni si incontra l’antica porta daziaria resto delle mura che una volta cingevano la città. Superato un ponte c’è un bivio che a destra porta diretto alla frazione di Piazzaga, le cui costruzioni ristrutturate sono ora abitate nei mesi estivi dagli abitanti di Torno, mentre a sinistra inizia un sentiero ad anello che consente di visitare, passando per il bosco, tre antichi massi avelli: l’avello delle cascine di Negrenza, l’avello di Negrenza ed il più suggestivo sul quale è possibile salire grazie ad una scala in legno, l’avello delle Piazze. Al termine del percorso ad anello ci si ricongiunge al sentiero che sale ripido a Piazzaga, dove in crotto aperto nel periodo estivo fornisce la sosta risotratrice di una semplice e piacevole escursione.
Come arrivare: con la A9 fino a Como Sud, poi seguire per Bellagio fino a Torno.

Ti potrebbe interessare anche...