Lago Pojala dal Lago d’Agaro

Dopo Baceno si sale in direzione dell’Alpe Devero, ma prima di arrivare al parcheggio dell’omonima alpe, si seguono le indicazioni per Ausone – lago d’Agaro. La strada, per molti tratti sterrata, conduce all’inizio della lunga galleria scavata dall’Enel. Qui si lascia la macchina e si prosegue a piedi. La stretta galleria potrebbe essere anche percorsa in auto ma è altamente sconsigliato, in quanto è molto stretta anche per una sola macchina e se si incontrasse un auto in senso opposto, una delle due potrebbe solo fare una pericolosa retromarcia fino all’ingresso, con il rischio di andare a sbattere contro le pareti di roccia viva o addirittura il condotto dell’acqua. Quindi armati di coraggio e determinazione si entra nella galleria: ricordarsi di accendere le luci con l’interruttore posto solo all’ingresso. Le luci sono regolate da un timer di 30 minuti e per percorrere la galleria ci vogliono circa 20 minuti a seconda del passo… poi buio totale. Affascinante ed avventuroso, si consiglia di portare con se una torcia frontale. All’uscita della galleria si erge imponente la diga del lago di Agaro e risalendo un sentierino in pochi minuti si arriva sulla sommità della diga dove si può ammirare il lago in tutta la sua bellezza. Il sentiero prosegue in piano costeggiando il lago e offrendo scorci panoramici di tutto rispetto. Poco oltre la metà del lago si stagliano delle belle pareti, meta di climber e poco oltre delle baite ben curate. Giunti all’estremità settentrionale del lago finisce il piano e si pone la scelta su come proseguire….I cartelli segnaletici indicano la direzione per l’Alpe Bionca e l’Alpe Pojala lungo il sentiero che costeggia sulla destra il torrente che si tuffa nel Lago d’Agaro. E’ un sentiero molto ripido e faticoso, dunque proponiamo come variante, quello che prosegue costeggiando il lago per qualche centinaia di metri verso l’Alpe Topera. Ci riserveremo di percorrere il primo sentiero, in discesa, al ritorno (variante al percorso dell’andata). Il sentiero, evidentemente poco battuto, viene progressivamente riconquistato dalla vegetazione quindi attenzione a non perdere le tracce, cosa assai facile quando si giunge ad un ponticello costruito con cinque o sei piccoli tronchi: non va attraversato, come potrebbe apparire ovvio in quanto il sentiero risale con uno stretto tornante prima del ponticello e comincia ad arrampicarsi in mezzo al bosco. Si supera un bellissimo albero monumentale fino a giungere ad un grosso masso dove sono indicate in direzione opposta l’Alpe Topera e l’Alpe Bionca. Noi proseguiamo per l’Alpe Bionca che si raggiunge dopo un totale di un’ora e trenta dalla punta settentrionale del lago D’Agaro. Dall’Alpe Bionca il sentiero scende leggermente fino a ricongiungersi con quello che saliva direttamente dal Lago d’Agaro e poi, costeggiando la montagna, con bella vista sul lago, conduce in circa 45 minuti all’Alpe Pojala, un ampio alpeggio. Dietro le baite sono presenti i cartelli che indicano il sentiero che, in circa 30 minuti, sale per il Lago di Pojala: dopo il primo tratto in piano attraverso l’alpeggio, ricomincia a salire fino a quota 2305 metri dove si trova il Lago di Pojala. Poco prima del lago è possibile ammirare una bella cascata formata dallo stesso lago Pojala: il lago e’ subito sopra.
Dove si trova: Val Divedro, Piemonte.

Ti potrebbe interessare anche...